Ciao...io sono LILLY

Norvegese delle Foreste,Sono nata nel 2008;sono molto golosa...peso quasi 8kg e sono una gran miagolona!

Ciao!! sono GEA

sono la gatta più grande del gruppo!

Io mi chiamo VEGA

sono la più piccola..di corporatura..ma la più pazzerella!

Ciao!! sono TIMMY TIMMY!

SONO IL PRINCIPINO DELLA CASA!!

Stampa od invia la ricetta!!!

Print Friendly and PDF

domenica 12 febbraio 2017

Una ricetta tra le più classiche: la crostata, fatta di una friabile pasta frolla e farcita con marmellata di mele cotogne. Invece delle losanghe tipiche delle crostate ho steso un disco di pasta frolla e con le formine dei biscotti ho ritagliato dei fiori da porre sopra la marmellata. 

INGREDIENTI: 
  • 450 grammi di farina 00
  • 250 grammi di burro 
  • 150 grammi di zucchero 
  • 1 uovo + 1 tuorlo 
  • 1 pizzico di sale
  • scorza grattugiata di 1/2 limone. 
Mescolare la farina con lo zucchero, un pizzico di sale e la scorza grattugiata di mezzo limone,aggiungere il burro a pezzetti, e lavorare velocemente con le mani in modo da ottenere un composto sbricioloso.
Aggiungere l'uovo e il tuorlo, e lavorare in modo da ottenere velocemente un impasto omogeneo. 
Se usate la planetaria utilizzate la frusta a foglia di acciaio. 
Formare una palla con l'impasto, avvolgerlo con la pellicola, e riporlo per 1 ora almeno in frigorifero. 
Preriscaldare il forno a 180° 
Dividere l'impasto in 2 parti. 
Stendere la più grande in un disco con cui foderare uno stampo di 28 cm imburrato e infarinato, bucherellare la superficie con una forchetta, quindi versare la marmellata. 
Stendere la seconda parte di impasto, e ricavarne delle losanghe o delle forme con stampi per biscotti da porre sopra la marmellata. 
Infornare per circa 45 minuti, finchè la crostata sarà ben dorata. 












venerdì 10 febbraio 2017

Ricetta favolosa per smaltire esubero: dei grissini molto gustosi, che io ho speziato a mio gusto con tanto peperoncino, cipolla disidratata, aglio in polvere, origano, rosmarino, e cosparso in superficie con sale grosso, sesamo e papavero. Buonissimi!

INGREDIENTI per 2 teglie di grissini: 

  • 300 grammi di farina 0 se si usa licoli o 200 grammi se pasta madre solida
  • 120 grammi di semola di grano duro
  • 160 ml di acqua
  • 60 grammi di olio (in parte piccante se piace)
  • 10 grammi di sale
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 300 grammi di esubero di pasta madre o 200 grammi di licoli non rinfrescato
  • Spezie a piacere (io aglio e cipolla disidratati, origano macinato, sesamo, polvere di capperi, peperoncino)
  • 1 cucchiaino di Sale grosso 
  • 1 cucchiaino di semi di papavero
  • 1 cucchiaino di semi di sesamo

Sciogliere il lievito con acqua e bicarbonato, quindi impastare con le farine, l’olio, il sale e le spezie miste.
Lasciare riposare l’impasto 30 minuti almeno, poi stenderlo in una sfoglia sottile con il mattarello, cospargere di semi di papavero e di sale grosso, e ripassarci sopra il mattarello.
 Con il tagliapasta tagliare delle strisce, quindi infornare a 200° ad aria ventilata a spiffero (cioè con un cucchiaio interposto alla chiusura della porta del forno, in modo da lasciare uno spiraglio aperto, il così detto " spiffero")  per 20 minuti.
 Lasciare raffreddare e conservare in scatole di latta. 
Più la sfoglia sarà stesa sottile e più i grissini saranno croccanti. 










domenica 5 febbraio 2017

Questa è una delle ricette di Focaccia Barese, migliori tra quelle che ho sperimentato: la ricetta del mio amico Maurizio Calamita. In realtà, lui nel tempo ha modificato e personalizzato la usa ricetta, passando al lievito madre.
Questa comunque è la versione con lievito di birra, con una miscela di farina 0 e di farina di semola di grano duro e  con la patata bollita nell'impasto,
Aspetto, profumo, e sapore degni di un forno Barese!

INGREDIENTI per 2 ruote di circa 30 cm: 

  • 150 grammi di farina 0 
  • 150 grammi di manitoba
  • 200 grammi di semola rimacinata di grano duro 
  • 325 grammi di acqua 
  • 15 grammi di sale 
  • 50 grammi di olio 
  • 100 grammi di patata lessa
  • 10 grammi di lievito di birra. 
  • pomodorini datterini o ciliegini 
  • olive 
  • origano 
  • olio e acqua per emulsione
Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida, quindi impastare con le farine, aggiungere la patata schiacciata, l'olio, ed infine il sale. 
Lasciare l'impasto a lievitare al caldo in un recipiente unto di olio fino al radoppio, (il mio in realtà ha triplicato).
Riprendere l'impasto, sgonfiarlo con le mani e dividerlo in 2 parti.  Ungere bene di olio due teglie, quindi stendervi l'impasto con le mani, spennellarlo con una emulsione di acqua olio, sale e origano, quindi aprire sopra la focaccia i pomodori, schiacciandoli con le mani, distribuire le olive, e lasciare ancora lievitare le focacce al caldo per 2-4 ore. 
Infornare a 200 gradi per una ventina di minuti.